Giuseppe Landi

Mostra di pittura La Rotonda 2008 Livorno

                  

Renato Natali
Renato Natali


Continua così
Perché sei sulla
strada maestra,
Ti porterà infinite
soddisfazioni”.
Con queste parole, Renato Natali,
visitando la mostra personale di
Giuseppe Landi, all’epoca soprannominato
“Landino” per la sua giovane età,
dette il suo personale giudizio critico sulle sue opere esposte alla galleria Romiti nel 1976.
Quel giovane artista non si montò la testa, ma continuò,
nel corso degli anni a lavorare con profonda dedizione, migliorandosi ulteriormente in particolar modo con il confronto del vero. Ogni volta che si siede davanti a una tela, inizia una sfida fra se e il suo soggetto; i suoi tratti sono pricisi, d’impulso. Una pennellata è una nota musicale, i colori, i suoi musicisti e lui il maestro d’orchestra, abile ad unire il tutto per un risultato all’altezza di un pubblico sempre più esigente ed attento. Nato e cresciuto come autodidatta, ha sempre affrontato “en plein air” la natura, la sua vera ed unica maestra. Osservando le luci, ascoltando i suoni, assaporando i profumi dell’aria, siano essi il sammastro del mare o i paesaggi campestri. Cromie reali, colori vivi, accesi, giochi di luce suggestivi, amalgamati con maestria e senso prospettrico, la sua è una pittura che si ricollega alla vecchia tradizione macchiaiola, pur se inquadrata in una veste moderna.                                 
Mauro Barbier

Giuseppe Landi

erede della pittura macchiaiola nato a Livorno nel 1950. 

Fin dal 1972 ha tenuto mostre personali in varie città italiane e ha vinto vari premi di rassegne pittoriche.

Nato e cresciuto come autodidatta, la natura è la sua unica maestra.

Nelle sue opere troviamo colori vivi, accesi, giochi di luce suggestivi, amalgamati con maestria e senso prospettico.

Per ulteriori informazioni contattami

EMAIL: Eqland1@libero.it 

TEL: 3392142326